Portami a Scania in italia .
Vai al tuo sito di mercato Scania per ulteriori informazioni.
Italia
regione di vendita
Production units

 

Spazio Percorsi

L'economia circolare 

Ciao, sono Silvia di Scania e questo è Spazio Percorsi, una rubrica settimanale in cui affrontiamo da vicino alcuni temi legati alla sostenibilità e al trasporto

Che cosa diresti se ti dicessi che il tuo telefono è progettato per smettere di funzionare entro pochi anni da quando lo hai comprato?

Si chiama obsolescenza programmata, ed è uno dei meccanismi su cui si basa l’economia lineare.  L’economia lineare è il modello di produzione e di consumo che noi esseri umani utilizziamo e funziona così: noi prendiamo le risorse, con queste produciamo un bene che usiamo e poi buttiamo. È chiaro che questo modello non potrà funzionare ancora per molto perché, come sappiamo, le risorse alla base sono limitate e i rifiuti che ne derivano sono sempre di più hanno sempre un maggiore impatto negativo sull’ambiente e sulle nostre vite.

Ma allora, qual è la soluzione? 

La soluzione è molto più semplice di quello che può sembrare. Ci basta copiare il modello produttivo che utilizza la natura, dove i rifiuti prodotti da una specie diventano il nutrimento per un’altra. In questo modello, le sostanze fluiscono, ed è per questo che si chiama economia circolare. Possiamo sintetizzare con lo schema delle tre R: riduci, riusa, ricicla. 

Per fare un esempio che riguardi il mondo del trasporto, pensiamo al biometano, un carburante alternativo che si ottiene dalla fermentazione degli scarti.

Per passare ad un modello come questo, però, servono accordi e coesione globali, non solo fra i grandi decisori pubblici ma anche fra le imprese e i singoli individui.

Nel nostro settore, noi di Scania ci riferiamo a questo concetto come all’ecosistema fatto di diversi attori, pubblici e privati, dal legislatore al cliente passando per la committenza, gli allestitori, il mondo accademico e la stampa.

Con i nostri comportamenti di consumo, infatti, possiamo tutti contribuire a spostare gli equilibri verso un mondo che dia maggior importanza alle tematiche ambientali e alle condizioni in cui consegneremo il pianeta alle generazioni future.

ARTICOLI CORRELATI