Portami a Scania in italia .
Vai al tuo sito di mercato Scania per ulteriori informazioni.
Italia
regione di vendita
Production units

 

Spazio Percorsi

Il cambiamento climatico 

La scienza che studia il clima può essere molto complessa, e spesso può risultare molto difficile distinguere la realtà dalla fantascienza. Ma quindi, che cosa intendiamo quando parliamo di climate change, di cambiamento climatico, e perché è così importante parlarne?

Ciao,

sono Silvia di Scania e questo è Spazio Percorsi, una rubrica settimanale in cui affrontiamo da vicino alcuni temi legati alla sostenibilità e al trasporto. 

Partiamo da alcune nozioni di base: il clima è una cosa diversa dalla condizione meteorologica. Quando parliamo di clima della terra, ci riferiamo alla media delle condizioni metereologiche in un peridio di 30 o più anni. Di conseguenza, il cambiamento climatico è un cambiamento del clima osservato in un periodo di più decadi e i cui effetti possono includere variazioni nelle temperature e nei regimi di pioggia e vento. Da quando la terra si è formata, abbiamo assistito a diversi cambiamenti climatici, che hanno caratterizzato diverse ere geologiche e che hanno portato il pianeta ad essere quello che conosciamo oggi, adatto alla vita dell’essere umano e di altre specie.

Ma quindi, perché oggi si parla di cambiamento climatico in modo così preoccupante?

La risposta è molto chiara:

E se è vero che il clima terreste è sempre cambiato nel corso della storia del nostro pianeta, è vero anche che i cambiamenti a cui stiamo assistendo negli ultimi 100 anni sono dovuti principalmente all’attività umana e stanno portando a un rapidissimo innalzamento delle temperature terresti, con conseguenze drammatiche per il nostro pianeta e per la gente che lo vive. 

Infatti, il cambiamento climatico e il surriscaldamento globale sono dovuti ai gas serra che si formano all’interno dell’atmosfera terrestre: a partire dalla metà del 1700, i gas serra sono aumentati esponenzialmente, a causa dell’attività umana legata all’industrializzazione e all’agricoltura di massa, sommata agli effetti della deforestazione e alla produzione di rifiuti. Anche i trasporti incidono molto sulla produzione dei gas serra: prima dell'inizio del ventiduesimo secolo, il contributo dei trasporti al riscaldamento creato dall'uomo potrebbe raggiungere il 20%.

Ecco spiegato il surriscaldamento globale.

I record che stiamo registrando nelle temperature degli oceani e dell’aria, ci indicano che la temperatura media globale si è innalzata di 1.1°C dall’epoca della rivoluzione industriale. Potrebbe sembrarvi un dato insignificante, ma in realtà con soli 2°C di aumento si supererebbe la soglia massima entro cui possiamo sperare di sopravvivere con una società simile a quella attuale. Infatti, è proprio a seguito di questa apparentemente minima variazione della temperatura che sono scaturiti dei veri e propri disastri naturali, sempre più frequenti, che affliggono le comunità che abitano il nostro pianeta e che, a lungo andare, avranno effetti sempre più drammatici sulle nostre vite.

La dimensione globale e la gravità che ha assunto l'emergenza climatica necessitano di provvedimenti immediati: nella prossima puntata di Spazio Percorsi andremo a scoprire insieme quali sono le azioni che le organizzazioni internazionali e la comunità europea stanno mettendo in atto per contrastare questa emergenza climatica. 

ARTICOLI CORRELATI