Portami a Scania in italia .
Vai al tuo sito di mercato Scania per ulteriori informazioni.
Italia
regione di vendita
Production units

Ecolution by Scania per l'orizzonte green Topco S.p.A.

Martedì 7 luglio, Scania ha consegnato 10 veicoli R 410 Ecolution by Scania alla Topco S.p.A. di Bologna. Un nuovo tassello verso l’efficienza e la riduzione dell’impatto ambientale delle attività di autotrasporto.

L’asfalto percorso dai veicoli Topco S.p.A. inizierà a tingersi di verde. Da martedì 7 luglio, infatti, l’azienda emiliana può vantare 10 veicoli Scania R 410 LA4x2MNA targati Ecolution by Scania e griffati Green Truck Awards 2014, premio assegnato loro dalle riviste tedesche VerkehrsRundschau e Trucker come veicoli con il minor impatto ambientale per la categoria trattori pesanti.

L’azienda bolognese è da anni legata a Scania e, infatti, dei propri 50 trattori ben il 90% sono prodotti dal marchio del grifone. «Abbiamo da sempre avuto un ottimo riscontro dai nostri veicoli Scania sia per la loro affidabilità sia per l’economicità operativa totale – dichiara il Direttore Generale di Topco S.p.A., Luciano Serafin – Ora, visto anche il numero di mezzi e delle merci che movimentiamo, volevamo dotarci di veicoli ancora più efficienti e che donassero alla nostra realtà un’impronta verde e attenta all’ambiente. Ecolution by Scania ci è sembrata la risposta».

I dieci veicoli, consegnati alla Topco S.p.A. dalla concessionaria Scania C.S.A. Centro Servizi Autocarri di Bologna, saranno utilizzati nella grande distribuzione soprattutto lungo le strade del centro e nord Italia, percorsi nei quali gli Scania R 410 hanno dimostrato di non temere il confronto con motorizzazioni più impegnative. Un risultato, questo, frutto della continua ricerca e dell’incessante sviluppo alla base delle soluzioni della casa svedese.

Dal 2012, ad esempio, sono 6.960.000 i litri di carburante risparmiati e 20.880 le tonnellate di emissioni di CO2 ridotte grazie a Ecolution By Scania. Un progetto ideato da Scania, partito dalla Svezia e diffusosi velocemente in tutta Europa anche in Italia. Alcune aziende della penisola, coltane l’opportunità, hanno iniziato a dare il loro contributo, come dimostra il caso della Topco S.p.A. di Bologna. L’azienda emiliana si aggiunge così agli altri protagonisti europei impegnati nel nobile obiettivo dettato dalla “Vision 20-20”: un abbattimento, entro il 2020, del consumo di carburante dei nuovi veicoli del 20% rispetto ai valori del 2005. Al riguardo, Ecolution by Scania oggi è lo strumento con il quale è possibile raggiungere un risparmio anche dal 10% al 15% rispetto al veicolo di riferimento non Ecolution. Risultati tangibili che portano con sé dei benefici anche in termini di abbattimento delle emissioni.

«Ci impegnamo costantemente per sviluppare soluzioni di trasporto sostenibile – dichiara Franco Fenoglio, Amministratore Delegato di Italscania S.p.A.. - ed Ecolution by Scania offre questa opportunità per il suo essere un servizio completo per il Cliente. Un nuovo approccio che ottimizzando il veicolo, gli stili di guida e i servizi lo aiuti a migliorare l’efficienza, riducendo l’impatto ambientale dei veicoli».

La sostenibilità diviene quindi uno dei motori trainanti di Scania. La sua forza deriva dalla costante ricerca sui carburanti alternativi, dalla connettività, dalla condivisione degli obiettivi con i Clienti e dalla personalizzazione dei servizi. Scegliere Ecolution by Scania, come è avvenuto per la Topco S.p.A. di Bologna, rappresenta porsi un obiettivo di economia dei consumi e di sostenibilità da raggiungere con la collaborazione di Scania. Un’analisi iniziale approfondita delle specifiche delle attività di trasporto del Cliente, del peso dei carichi, degli stili di guida e delle principali tratte percorse. Queste informazioni vanno a sommarsi, successivamente, con i dati raccolti dagli oltre 100.0000 veicoli già connessi e monitorati in tutto il mondo dal marchio del grifone. Infine, lo studio di tutti questi dati aiuta a comprendere quali siano gli strumenti adatti per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. E si parte con l’ottimizzazione dei veicoli. Per la Topco S.p.A. la scelta è quindi ricaduta sullo Scania R 410. Una motorizzazione vincente, che  ha fatto registrare un consumo di 23,29 litri/100 Km (Euro Truck Test, maggio 2014), 1.4 litri/100 Km in meno rispetto al migliore dei suoi concorrenti. Il 410 CV è un motore 13 litri, 6 cilindri in linea, che utilizza la sola tecnologia SCR, risparmiando così 40 kg rispetto ad un motore con sistemi EGR e SCR, a tutto vantaggio della portata utile. Sviluppa una coppia max di 2.150 Nm, nella fascia che va dai 1.000 ai 1.300 giri/min, il che lo rende un propulsore adatto alle attività della realtà emiliana.

Oltre alla motorizzazione sono anche altri gli accorgimenti apportati ai veicoli per aumentarne la redditività. La progettazione attenta della catena cinematica, l’analisi aerodimanica e la possibilità di utilizzo di carburanti alternativi, utili per l’azzeramento delle emissioni, sono quei fattori imprescindibili che permettono a Scania di ottimizzare i veicoli appositamente sulle esigenze del Cliente.

La personalizzazione è la caratteristica anche della formazione continua degli autisti. Durante le attività quotidiane Scania monitorerà gli stili di guida dei dipendenti di Topco S.p.A. per fornire loro il supporto necessario a correggere difetti degli stili di guida. I risultati sono immediati. Un autista formato riesce in breve tempo a migliorare, ad esempio, i consumi di carburante anche del 10% rispetto alle sue prestazioni precedenti. E le emissioni subiscono una paritetica e drastica riduzione. Questo il motivo per cui la Topco S.p.A. ha scelto di attivare, per i suoi autisti, l’ampio ventaglio degli Scania Driver Services. Un supporto duraturo nel tempo, con corsi periodici e anche da remoto, fornito dagli esperti della rete Scania. Gli autisti possono così aspirare ad un ruolo da protagonisti. Lo stile di guida influenza, infatti, il consumo di carburante, la sostenibilità dell’attività, il buon funzionamento del mezzo, i costi di gestione e la manutenzione.

 

Proprio quest’ultima è un fondamentale tassello dei servizi offerti da Scania a Topco S.p.A.. Ecolution by Scania è un programma personalizzato per ogni singolo veicolo. Un veicolo in “forma” è un veicolo sano. Inquina meno, stanca meno l’autista che lo deve guidare e abbatte il rischio di rotture. Una manutenzione che evolve parallelamente all’età del mezzo e alla strada da esso percorsa. I dati raccolti dall’avvio del progetto Ecolution by Scania, permettono di anticipare le necessità di ogni singolo veicolo e di migliorare l’apporto della manutenzione offrendo un programma di ulteriori controlli: la pressione e lo stato degli pneumatici, l’allinemanento degli assi, la regolazione degli spoiler e altro ancora.

Dalla condivisione con Scania delle informazioni delle attività, possono così nascere programmi di manutenzione pensati ad hoc per i Clienti e per supportare, giorno per giorno, la redditività del loro business.

 

Ecolution by Scania dimostra come un corretto dosaggio dei vari ingredienti permetta, alle aziende che lo scelgono, di vincere le sfida dell’economia dei consumi regalando all’ambiente un approccio all’attività dell’autotrasporto dalla sostenibilità elevata e avvalorata dai dati.Topco S.p.A. nasce nel 1988 come Consorzio di tante Aziende di trasporto, mono-biveicolari, specializzato nelle spedizioni in tutto il Centro Nord.

Al cambiamento del mercato, Topco S.p.A. ha risposto adeguandosi, divenendo di fatto una vera e propria realtà logistica più che meramente trasportistica.

Ha quindi creato una rete di TP regionali da cui rilanciare il prodotto, piattaforme in radio frequenza dove lavorare la merce in pre-distribuzione con picking e ventilazione, depositi per lo stoccaggio con relativa logistica di magazzino: handling, fifo ecc, e soprattutto risorse in grado di pianificare i viaggi accorpando le consegne e accompagnare la spedizione e la successiva consegna con l'informazione di ritorno sull'esito in tempo reale.

La crescita dell'azienda, con certificazione di qualità dal 1999, ha portato alla nascita di quattro divisioni che interagiscono nei processi logistici ma che possono essere interdipendenti tra loro.