Portami a Scania in italia .
Vai al tuo sito di mercato Scania per ulteriori informazioni.
Italia
regione di vendita
Production units

Le opzioni della catena cinematica della Serie R

I motori Scania da 11, 12 e 16 litri già ampiamente affermati e collaudati, costituiscono la base della catena cinematica della Serie R. Oltre all’inedito motore Euro 4 (vedere specifico comunicato stampa) c’è una nuova versione del V8 da 16 litri che è stato portato a 500 CV. Le opzioni per il cambio rimangono invariate, mentre l’Opticruise e il sistema di comando del retarder sono stati perfezionati.

Motori

In termini di potenza e coppia, il nuovo V8 da 500 CV costituisce l’anello di giunzione fra il motore turbocompound da 470 CV e il V8 da 580 CV ad alto rendimento. L’incremento di potenza di 20 CV è combinato ad un aumento di 100 Nm della coppia. Il tutto si traduce in un’unità di propulsione dal funzionamento equilibrato ed armonioso, adatta per gli impieghi più gravosi, che continua ad emettere quel suono distintivo e caratteristico dei motori V8 Scania.

R 340: DC11 08, 6 cilindri in linea, 11 litri, 340 CV, 1.600 Nm

R 380: DC11 09, 6 cilindri in linea, 11 litri, 380 CV, 1.800 Nm

R 420: DC12 14, 6 cilindri in linea, 12 litri , 420 CV, 2.100 Nm

R 420 Euro 4: DT12 11, 6 cilindri in linea, 12 litri, 420 CV, 2.100 Nm

R 470: DT12 06, 6 cilindri in linea, 12 litri, 470 CV, 2.200 Nm

R 500: DC16 04, V8, 16 litri, 500 CV, 2.400 Nm

R 580: DC16 03, V8, 16 litri, 580 CV, 2.700 Nm

Il nuovo V8 è particolarmente adatto a strade impegnative per il trasporto a lungo raggio, in cui piacere di guida, longevità ed economia dei consumi sono criteri importanti. Tutti i motori sono disponibili con la ventola di raffreddamento a controllo elettronico di Scania che consente di contenere i consumi e ottimizza il rendimento del retarder. Per maggiori informazioni sul motore vedere il comunicato stampa specifico.

Cambi

I cambi sono le note unità con sezione range e splitter di Scania con o senza primini. Il modello da 580 CV utilizza una versione rinforzata per essere all’altezza dell’elevata coppia nominale di 2.700 Nm. Questo cambio è anche dotato di uno scambiatore di calore, opzionale per gli altri motori.

R 340, R 380: GR900 8 rapporti +1 o GRS890 12 rapporti (non introdotto sul mercato italiano)

R 420, R 470, R 500: GRS900 12 rapporti +2

R 580: GRS920 12 rapporti +2

Fra le opzioni del cambio rientrano il retarder Scania e il sistema Opticruise, il cambio automatizzato di Scania, in una nuova versione adattate alla serie R e al suo sistema elettrico basato sul bus CAN che consente anche l’integrazione di numerose funzioni (vedere comunicati stampa specifici su impianto freni e interni della cabina).

Opticruise, il sistema di cambio automatizzato di Scania, è stato perfezionato per garantire cambi di marcia più rapidi e reattivi. La nuova programmazione riduce ulteriormente i casi in cui è necessario l’intervento del conducente. Sondaggi effettuati da Scania indicano che la maggior parte dei conducenti preferisce ancora controllare personalmente la frizione. Essi ritengono che il pedale della frizione garantisca una precisione esemplare in manovre a bassa velocità e su fondo stradale sdrucciolevole nonché in condizioni critiche.

Protezione della frizione

Sulla Serie R, un sistema opzionale aiuta il conducente a ridurre l’usura della frizione allo spunto.

Appena la frizione viene premuta a veicolo fermo, il regime del motore viene limitato a 900 giri/min, un valore più che sufficiente per una partenza normale che consente al conducente di ridurre al minimo lo slittamento della frizione. Con un carico leggero su terreno pianeggiante, il veicolo parte facilmente se il conducente rilascia attentamente la frizione con motore al minimo.

Se il conducente per qualsiasi ragione non dovesse accorgersi che sta sovraccaricando la frizione, sul quadro strumenti si illumina e viene segnalato acusticamente il seguente messaggio di testo in giallo: Clutch overload (Sovraccarico frizione).

Seguendo le raccomandazioni non ci sono motivi per cui la frizione non possa durare tanto quanto il veicolo stesso.

Assi posteriori

Gli assi posteriori di Scania per la Serie R sono rappresentati dai collaudati differenziali R660 e R780 (4x2, 6x2, 6x2/4 secondo asse sterzante, 6x2*4 asse posteriore sterzante). L’R660, consigliato per i motori da 11 litri nel trasporto medio-pesante con fino a 32 t di peso lordo, è circa 80 kg in meno dell’R780. L’R780 è consigliato per veicoli di peso lordo fino 60 t su strade in buone condizioni.

Sui veicoli Scania, controllo della trazione e bloccaggio differenziale sono di serie, quest’ultimo con un interblocco elettronico automatico che impedisce l’innesto se le ruote stanno girando a velocità diverse. Anche i ponti sono dotati di bloccaggio longitudinale del differenziale che si inserisce separatamente. Rapporti al ponte posteriore:

R660: 2,92 3,07 3,42 3,80 4,22 4,88 5,57 (non utilizzati sul mercato italiano)

R780: 2,71 2,92 3,08 3,27 3,40 3,80 4,25