Italia

TOTALE ADATTABILITÀ

Capire il cliente

Dall'esperienza di lavoro alle vendite

Con una vasta esperienza sia in officina che in strada, Jessica Piri è particolarmente adatta al lavoro di addetta alle vendite di assistenza.

Dall'estate scorsa, vende servizi Scania tra cui contratti di ispezione, contratti Green Card e servizi tachigrafo presso Scania-Bilar Stockholm a Häggvik e Norrtälje.

"In genere, controllo il parcheggio dell'officina per individuare i veicoli privi di contratto di assistenza", afferma.

Dopo aver acquisito ulteriori informazioni sull'attività e sui veicoli dell'azienda di trasporti, Jessica chiama per fissare una visita e presentare i servizi Scania. In questa prima fase, quasi tutti i clienti accettano la visita e si mostrano contenti di ottenere maggiori informazione sui servizi.

"L'aspetto migliore del lavoro sono le visite ai clienti. Anche loro sono sempre felici di vederci. Non ho mai bisogno di adottare un approccio di vendita "aggressivo". Non ne sarei capace. I nostri servizi sono positivi per i clienti, E, in ogni caso, il cliente comprende i vantaggi economici permessi".

Dopo aver partecipato al programma sui veicoli della scuola superiore di Huddinge, Jessica è venuta a conoscenza di un'opportunità presso Scania e ha ottenuto un lavoro nell'officina in Jordbro.

"Ciò che mi ha attirato maggiormente sono state la possibilità di fare un lavoro fisico e la gioia di riparare le cose".

Jessica ha lavorato a Jordbro per quattro anni, occupandosi sia dell'ispezione dei veicoli che della fatturazione e ci assicura di essere diventata una vera esperta.

In officina, ha conosciuto un trasportatore molto cordiale, al quale ha rivelato il suo desiderio di guidare autocarri. Ed è così che ha ottenuto un lavoro presso Ullman Kylfrakt, un'azienda di trasporto con sede a Haninge. In seguito, ha ottenuto una qualifica presso Scania che le ha permesso di eseguire la prova su strada dei veicoli.

Sebbene l'attività principale della sua azienda fossero i trasporti, Jessica guidava una gru R 480, che in inverno veniva utilizzata anche come spazzaneve. Durante la notte, Jessica spazzava la neve sulle strade principali e secondarie di Nacka durante lunghi turni di lavoro.

"Nei sei mesi invernali dovevo essere costantemente reperibile e potevo essere chiamata in qualsiasi momento. Guidavo un veicolo con cambio manuale, il che rendeva le operazioni ancora più faticose e, in alcuni casi, mi provocava dei dolori al braccio. Ma con la mia vasta esperienza in officina, ho avuto presto un buon controllo del veicolo".

In altre occasioni, ha lavorato come operatore di gru nell'area di Stoccolma.

"Lavoravamo con qualsiasi cosa dovesse essere sollevata, dalle auto da rottamare alla terra o ai detriti. Sono diventata piuttosto brava a manovrare la gru".

Ho svolto incarichi anche all'interno della città di Stoccolma, una cosa che nessuno ama. Il lavoro della gru è lento e ostruisce il traffico e gli automobilisti impazienti non fanno altro che suonare il clacson.

"Certo, qualche volta ho mostrato loro il pugno, soprattutto a quelli più molesti".

Dopo quattro gelidi e bui inverni, Jessica ha capito che era giunto il momento di crescere ulteriormente a livello professionale e ha ricevuto un'offerta come addetta alle vendite di assistenza.

"All'inizio, ero terrorizzata, ma sono stati tutti molto gentili con me. Certo, mi capitano anche gli autotrasportatori scontrosi che hanno avuto una giornata storta o sono sotto stress a causa del deterioramento della situazione economica. D'altra parte, in queste circostanze, prolungare la durata dei veicoli attraverso un contratto Scania è ancora più importante".

La svolta è arrivata con un contratto di ispezione per un autobus Åland e adesso Jessica inizia ad abituarsi alla routine.

"Per alcuni clienti può essere strano vedere una donna in questo ruolo, ma non appena scoprono che so azionare una gru e lubrificare un autocarro, tutto si risolve come per magia. Sono davvero convinta di aver trovato il lavoro giusto per me. Ogni mattina mi sveglio contenta e, soprattutto, non devo più lavorare al freddo".