Italia

2016: anno da incorniciare per Scania

L’anno 2016 rappresenta un anno storico per Scania, che ha compiuto 125 anni con il lancio di una nuova generazione. Una nuova generazione di autocarri e servizi nata per rispondere alle sfide del futuro, sfide epocali che vedono sicurezza, sostenibilità e reddittività delle soluzioni di trasporto come elementi fondamentali per il successo delle imprese e dell’intero sistema di trasporto. Non solo nuova generazione però, i veicoli a guida autonoma e platooning, la prima autostrada elettrica, il debutto italiano del primo autocarro ibrido Euro 6 prodotto in serie, l’annuncio dell’introduzione del coach Touring anche nel mercato italiano sono tra le ulteriori novità che hanno reso il 2016 un anno da incorniciare per Scania.

Scania si appresta a concludere il 2016 con dei risultati eccellenti: l’azienda svedese ha compito 125 anni e presentato al mondo una nuova generazione di autocarri e servizi, premiata con il prestigioso riconoscimento “International Truck of the Year”. Nel tradizionale incontro di fine anno con la stampa, la squadra di Italscania ha sottolineato gli elementi chiave che hanno contraddistinto il 2016. In evidenza il focus sull’economia operativa totale, grazie a soluzioni “su misura”, sostenibili sia dal punto di vista economico che ambientale ed un approccio strutturato basato sulla produttività del trasporto, l’efficienza energetica e i carburanti alternativi. Alla base di questo approccio la connettività: nel 2016 Scania ha superato i 210.000 veicoli connessi, i cui dati consentono di offrire prodotti e servizi su misura per le singole applicazioni di trasporto.

La nuova generazione dà il via ad una nuova era nel mondo dei trasporti
10 anni di ricerca e sviluppo, 2 miliardi di investimento per dare vita ad una nuova generazione di veicoli che assicura una riduzione dei consumi del 5% e del tempo di cambio marcia del 45%, oltre a diminuire lo spazio di arresto di 2 metri e introdurre nel mercato dei veicoli industriali i primi airbag laterali a tendina. Sono questi i numeri da capogiro di una nuova generazione che, grazie all’approccio modulare di Scania, viene cucita su misura per rispondere alle specifiche esigenze di ogni singolo cliente, arrivando ad ottenere un miliardo di possibili configurazioni. Un prodotto su misura unito ad un piano di manutenzione su misura che si adatta alle reali condizioni di utilizzo del veicolo. Dal punto di vista dei servizi, occhi puntati sul 2017 che vedrà il lancio di Scania Fleet Care, un servizio che prevede che Scania si prenda cura di tutta la gestione tecnica della flotta, massimizzando i livelli di uptime dei veicoli.

Anno 2016: Scania alla guida del cambiamento verso un futuro sostenibile
Il 2016 è stato per Scania un anno chiave per sottolineare la promessa di guidare il cambiamento verso una mobilità maggiormente sostenibile. Una promessa certamente ambiziosa che trova però conferma nella costante offerta di soluzioni di trasporto più rispettose dell’ambiente e premianti dal punto di vista dell’economica operativa totale, che riguardano il trasporto merci ma anche il trasporto di persone. Un segmento chiave per Scania che negli ultimi mesi del 2016 ha annunciato l’introduzione nel mercato italiano dello Scania Touring, il coach interamente progettato da Scania.

2016: anno di importanti novità dal punto di vista tecnologico
Veicoli a guida autonoma e platooning, la prima autostrada elettrica, il debutto italiano del primo autocarro ibrido Euro 6 prodotto in serie, l’annuncio dell’introduzione del coach Touring anche nel mercato italiano sono solo alcune delle tappe che, unitamente alla nuova generazione di autocarri e sevizi, hanno reso il 2016 un anno storico per Scania. Un processo di miglioramento continuo quello messo in atto dall’azienda svedese. Un processo che non accenna a rallentare ma che promette grandi novità per il 2017.

Occhi puntati al 2017
Tante le sfide che attendono l’azienda nel 2017, un anno che vedrà la coesistenza delle nuova generazione con la gamma attuale. Scania continuerà ad offrire ai propri clienti soluzioni di trasporto “su misura”, sia in termini di prodotti che servizi, ragionando in termini di Economica Operativa Totale (TOE) con l’obiettivo unico di massimizzare la produttività dei propri clienti, sempre nel segno della sostenibilità.

Il valore della rete Scania
20 concessionari, 90 consulenti di vendita veicoli e servizi, 750 meccanici specializzati, 25 master driver: sono questi i numeri che caratterizzano la rete distributiva di Scania in Italia. Il capitale umano rappresenta il vero valore dell’azienda, motivo per cui Scania investe costantemente in termini di formazione ed aggiornamento della propria rete.