Portami a Scania in italia .
Vai al tuo sito di mercato Scania per ulteriori informazioni.
Italia
regione di vendita
Production units

Convegno TForma. Fare rete: come creare un sistema di trasporto Italia efficiente

L’evento, che ha visto la partecipazione di oltre 90 aziende, ha aperto l’anno accademico di TForma, realizzato in collaborazione con Scania.

Contratto di Rete d’impresa e Legge di Stabilità 2016, sono questi gli strumenti che sono stati approfonditi in una mattinata densa di interventi, organizzata da TForma in collaborazione con Scania, e che ha visto i principali protagonisti della categoria confrontarsi sui temi più caldi e attuali del settore, coinvolgendo oltre 90 aziende pervenute da tutto il centro-nord Italia.

“Fare Rete: Come utilizzare gli interventi della Legge di stabilità 2016 per creare un sistema di trasporto Italia efficiente” è il titolo del workshop svoltosi martedì 16 febbraio in una delle sale dell’Autodromo di Modena, che ha accolto aziende di autotrasporto e logistica, esponenti politici e sindacali del settore, operatori, consulenti e aziende dell’indotto. Un ampio parterre che ha permesso un confronto aperto e leale in un momento in cui l’unità della categoria, pur con le proprie differenze, è fondamentale per spingere la crescita del comparto.

Intervenuto nella prima parte del convegno, Franco Fenoglio, amministratore delegato di Italscania, ha testimoniato come negli ultimi anni il fare rete abbia aiutato Scania. Valori come il lavoro di squadra, la costruzione di un’offerta su misura per il cliente, il seguirlo in corsi di guida economica e nel prosieguo della sua attività, e la formazione, sono i capisaldi con i quali il marchio svedese si essere presenta sul mercato.

In questa prima parte dei lavori gli interventi hanno inoltre toccato ulteriori tematiche. Paolo Volta, giornalista e docente di economia dei trasporti, ha inquadrato la situazione del settore, Cinzia Franchini, presidente nazionale di CNA-Fita, ha illustrato il percorso che ha portato all’approvazione della Legge di Stabilità 2016, Amedeo Genedani, presente in veste di presidente di Confartigianato Trasporti ma anche di UNATRAS, è entrato nel merito delle deduzioni forfetarie per le spese non documentate, Claudio Villa, presidente del Gruppo Federtrasporti, ha affrontato il tema delle Reti d’impresa e infine Francesco Oriolo, consulente di marketing e comunicazione, è intervenuto per illustrare il programma 2016 di TForma e spiegare l’importanza della formazione.

Nella seconda parte della mattinata è stata aperta una Tavola Rotonda a cui hanno partecipato Claudio Donati, segretario nazionale di Assotir, Leonardo Lanzi, vicepresidente nazionale di FAI e Roberto Galanti, coordinatore nazionale di FIAP. Il dibattitto è stato moderato da Daniele Di Ubaldo, direttore di Uomini & Trasporti. 

In chiusura della giornata di lavori, Franco Fenoglio, anche nel suo ruolo di presidente della Sezione Veicoli Industriali di UNRAE, ha sintetizzato quanto detto, innanzitutto, in un plauso per aver lottato con un unico obiettivo nei rapporti con il Governo, ma anche per aver rilevato durante l’incontro una forte volontà di “Fare Rete”, nel senso più ampio del termine, sensibilizzando però anch’egli, relatori e presenti in sala, ad investire in formazione propria e dei propri autisti e, in generale, sulla figura umana, elemento strategico per la profittabilità aziendale.

Tutti i programmi futuri di TForma, il modulo di iscrizione agli eventi e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito web www.tforma.eu e su www.trasportale.it e tra gli eventi della pagina Facebook www.facebook.it/trasportareoggi.