Portami a Scania in italia .
Vai al tuo sito di mercato Scania per ulteriori informazioni.
Italia
regione di vendita
Production units

Edy De Rocco si laurea campione italiano Scania Young European Truck Driver 2014. «Felicissimo per questa seconda affermazione» dichiara il vincitore, già concentrato sulla finale europea.

L’autista di Arsiè (BL) vince la sesta edizione italiana della manifestazione organizzata da Scania e dedicata ai giovani conducenti di autocarri. La finale nazionale è andata in scena sabato 28 marzo presso la sede di Italscania S.p.A. a Trento. Ora tutta l’attenzione è concentrata sulla finale europea di Södertälje (24-25 aprile).

Le trombe dello Scania R 580 numero 2 sono state le prime a rimbombare all’interno degli spazi di Italscania, sabato 28 marzo. Dal veicolo, con un balzo, è sceso Edy De Rocco, il forte autista veneto che è riuscito a trionfare nella finale italiana dello Scania Young European Truck Driver 2014. Una seconda volta per lui. Già nel 2012 Edy aveva assaggiato l’ebbrezza della vittoria a livello nazionale, fermandosi poi ai quarti nella finale europea. «Ho finalmente l’occasione per rifarmi e fare tesoro della partecipazione all’edizione 2012» dichiara raggiante il vincitore.

Ma nulla è stato semplice, la bagarre si è rivelata intensa e ricca di sorprese. La finale ha dato vita a un’avvincente sfida tra Edy De Rocco e Massimo Barilli, autista di Levico Terme (TN), nella quale i due concorrenti hanno mostrato tutto il loro bagaglio di qualità.

Edy De Rocco e Massimo Barilli, così come gli altri due semifinalisti, ben si sono comportati nelle stazioni di qualificazione: prove consumo, test teorico, prova manovra e controllo preliminare del veicolo. Raggiunte le semifinali, ad attenderli vi è stato un duello di precisione: l’esercizio denominato “Scacco al re” che consisteva nell’abbattimento tramite il rimorchio e la cabina di quattro birilli, ognuno posto sugli angoli di un’area rettangolare e posizionato all’interno di altri due birilli che non dovevano essere toccati. Qui sono stati due autisti dai nervi più saldi ad aggiudicarsi il pass per la finale. E anche nell’ultima gara, la “Super Z” incentrata sullo slalom in retromarcia, il confronto è stato avvincente. Edy De Rocco e lo sfidante trentino Massimo Barilli hanno dato vita ad una finale entusiasmante giocata sulla precisione millimetrica e sul sangue freddo, rimasta sul filo del rasoio fino alla fine. A spuntarla è stato il trentacinquenne di Belluno, che con fermezza ha respinto il pressante tallonamento del trentino, laureandosi quindi campione italiano per la seconda volta.

Sul terzo gradino del podio il giovane Daniele Nardini, di soli 25 anni, che ha dimostrato talento alla guida nelle varie prove e solo per un soffio ha mancato la finalissima.

Da segnalare anche la prestazione di Marco Fabiani quarto classificato che ha, invece, sbaragliato gli altri concorrenti nella prova consumo. A lui è andato il riconoscimento “Piede di piuma”, promosso dalla rivista specializzata Vie&Trasporti.

La finale italiana ha dimostrato anche in questa sesta edizione la valenza della formazione e della sicurezza, ponendo sotto la lente l’importanza della competenza e della professionalità degli autisti.

«Le differenti prove affrontate rappresentano un ottimo strumento di crescita personale. Permettono di testare le proprie competenze in aspetti fondamentali come la sicurezza, l’attenzione ai consumi, la gestione degli imprevisti e dei momenti di difficoltà. Abilità fondamentali per la nostra professione» sottolinea Edy De Rocco.

Il prossimo obiettivo è ora la finale europea di Södertälje, come dichiara l’autista di Arsiè: «In questo mese che mi separa dalla prossima sfida, forte anche dell’esperienza maturata nel 2012, cercherò di prepararmi al meglio in vista della finale. Senza tralasciare nulla, perché voglio puntare in alto e continuare a migliorare, conscio che anche questo produce benefici per il lavoro quotidiano».

Gli otto finalisti italiani:

Martina Adorni

Massimo Barilli

Fabio Callegari

Nicolas Contini

Edy De Rocco

Marco Fabiani

Daniele Nardini

Giulio Sanguineti

La sesta edizione della manifestazione organizzata da Scania, iniziata nel 2014 e rivolta a giovani autisti indipendentemente dalla marca di veicolo che guidano abitualmente, nati dopo il 1° gennaio 1979, è pronta quindi ad accogliere i vincitori di 26 Paesi del vecchio continente, che si sfideranno in Svezia presso la Sede di Scania a Södertälje per scoprire chi sarà il  nuovo campione europeo.

Il conducente prima di tutto

Lo YETD pone da sempre gli autisti al centro dell’attenzione, promuovendo la loro competenza e professionalità, mettendone in risalto il ruolo fondamentale per la società e per l’industria globale dei trasporti. Un conducente abile e ben preparato ha maggiori probabilità di evitare incidenti salvando vite umane, e ciò, unito ad una riduzione del consumo di carburante e dei costi di manutenzione del veicolo, porta un beneficio anche all’azienda di trasporto. Uno stile di guida appropriato contribuisce, inoltre, a flussi di traffico più uniformi, concorrendo in tal modo alla diminuzione su scala globale dei consumi di energia e delle emissioni di scarico.

Il percorso per diventare campione europeo

Oltre ad eccezionali doti di guida, i partecipanti allo YETD 2014 dovranno possedere consapevolezza della sicurezza stradale ed orgoglio professionale. I concorrenti che hanno vinto le rispettive finali nazionali voleranno in Svezia presso la Sede di Scania a Södertälje per confrontarsi fra di loro. Il campione europeo diverrà un riferimento ed un ambasciatore dei concetti di sicurezza stradale e competenza professionale, con la finalità di attrarre più giovani alla professione.

Focus sulla sicurezza

Young European Truck Driver è il più grande concorso tra conducenti di autocarri, che ha come obiettivo eleggere il miglior giovane autista in Europa in base alle competenze in materia di guida sicura ed economica. YETD è una campagna strettamente connessa alle Direttive Europee in materia di formazione professionale degli autisti ed è finalizzata al miglioramento delle abilità di guida ed alla conoscenza delle norme di sicurezza. Il concorso intende anche attirare l’attenzione su alcune tematiche chiave del settore dei trasporti, coinvolgendo il mondo politico, i leader dell’industria, i responsabili dell’ambiente e della sicurezza stradale, gli autisti e l’opinione pubblica in generale.

In palio un nuovo Scania personalizzato

Il miglior giovane camionista europeo 2014 si aggiudicherà un camion Scania personalizzato nuovo fiammante del valore di 100.000 euro!

Sede e date finali

La finalissima avrà luogo in Svezia presso la sede di Scania a Södertälje il 24 e 25 aprile 2015.