Portami a Scania in italia .
Vai al tuo sito di mercato Scania per ulteriori informazioni.
Italia
regione di vendita
Production units

A Copenaghen il silenzio è d'oro

La città di Copenaghen ha stabilito l'ambizioso obiettivo di diventare la prima capitale a zero emissioni di CO2 entro il 2025. Ed è per questo che la catena di supermercati danese Netto si avvale di un autocarro ibrido Serie P alimentato a biodiesel.

Questa esclusiva soluzione Scania, che offre il doppio vantaggio di ridurre contemporaneamente le emissioni di CO2 e i livelli di rumorosità, consente a Netto di essere tra le poche aziende autorizzate a effettuare consegne urbane a Copenaghen durante la notte, operazioni solitamente vietate.

Lars Petersen, CEO di KP Logistik, la società di trasporti utilizzata da Netto, è convinto che gli autocarri ibridi alimentati a biodiesel potrebbero essere il primo passo verso l'adozione di flotte di veicoli interamente elettrici in una Copenaghen priva di carburanti fossili.

"I progressivi investimenti in questa tecnologia da parte delle società di trasporti la renderanno più economica e accessibile".

Lars Petersen

CEO, KP Logistik

Consegne al mattino presto e a tarda notte

KP Logistik trasporta alimenti secchi e refrigerati in Danimarca e Germania per la catena di supermercati Netto. Grazie all'autocarro ibrido Serie P di Scania, l'azienda riesce a consegnare prodotti freschi sia a notte fonda sia nelle prime ore del mattino, mentre gran parte della città dorme tranquillamente. 

In precedenza, a causa delle restrizioni alla circolazione e ai livelli di rumorosità in vigore nel centro di Copenaghen, Netto poteva ricevere la merce solo dopo le 7 di mattina. Oggi, la possibilità di effettuare le consegne nelle prime ore del mattino riduce notevolmente i tempi, dal momento che gli autocarri ibridi Scania consentono di evitare il traffico dell'ora di punta. Anche le consegne a tarda notte contribuiscono ad alleviare lo stress per gli autisti, dal momento che consentono loro di evitare le ore di traffico più intenso.

HVO: il carburante "ideale" per la riduzione delle emissioni di CO2

Probabilmente, per Netto, l'aspetto più importante è la possibilità di effettuare le consegne in modo quasi del tutto silenzioso, senza disturbare i residenti del centro cittadino. Questo grazie all'autocarro ibrido Serie P di Scania.

"Volevamo collaudare questa nuova tecnologia per verificarne i costi rispetto ai tradizionali veicoli per la distribuzione. Sappiamo che al momento si tratta di un investimento piuttosto notevole e che i veicoli di questo tipo sono ancora pochi. Anche i costi di gestione sono più alti, dato che i biocarburanti come l'HVO sono ancora piuttosto costosi. Ma per ottenere questa riduzione delle emissioni dell'85-87%, era necessario scegliere l'HVO come carburante. Credo sia il carburante ideale per ottenere questo scopo", spiega Petersen.

Sebbene l'autocarro sia più costoso, Petersen spera di compensare i costi aggiuntivi con l'aumento del numero di consegne e con la riduzione del consumo di carburante che deriva dalla possibilità di evitare il traffico più intenso, guidando nelle prime ore del mattino o a tarda notte.

"Naturalmente, la riduzione delle emissioni è un vantaggio sia per noi sia per il nostro cliente Netto", spiega. "Il collaudo di questa nuova tecnologia è una cosa davvero positiva".

 

Copenhagen-5

Le soluzioni ibride offrono anche un aumento del chilometraggio percorso

"Abbiamo collaudato questo autocarro Scania per un anno e ci siamo resi conto che la riduzione delle emissioni di CO2 che ci era stata promessa è possibile. Anche il chilometraggio è migliore rispetto a quello di altri veicoli diesel della nostra flotta. Questo autocarro percorre più chilometri per litro di carburante. Finora è stata un'esperienza positiva e gli autisti sono molto soddisfatti".

Guardando al futuro, Petersen ritiene che il settore dei trasporti urbani è destinato a passare alle soluzioni elettriche, nonostante si tratti di un cambiamento che avverrà gradualmente. "Siamo ancora lontani dagli autocarri completamente elettrici. L'autonomia è ancora insufficiente, ma credo che questo problema sarà risolto. Il primo passo saranno i veicoli ibridi, come il nostro Scania, e l'utilizzo di gas naturale. Inoltre, i progressivi investimenti in questa tecnologia da parte delle società di trasporti la renderanno più economica".